QUALCUNO CON CUI CORRERE – DAVID GROSSMAN

Categorie Narrativa straniera, Young/adult

La prima volta che ho letto questo libro ero molto giovane e mi è sempre rimasto il desiderio di rileggerlo. Finalmente ci sono riuscita. E’ stato scritto che si tratta di un romanzo di formazione, e di sicuro lo è, ma io oserei dire che è un romanzo di conoscenza di sé e conoscenza dell’altro.

La vicenda si svolge tutta nell’arco di pochissimi giorni e narra di due ragazzi, Assaf e Tamar, mai incontratisi, ma che, attraverso l’intervento di alcune persone e di un cane, pian piano si avvicinano l’uno all’altra fino a giungere all’incontro personale.

Tamar è una ragazza con una voce eccezionale, per certi versi ribelle, fuori posto in una famiglia borghese andata in pezzi a causa del fratello di Tamar, sparito per droga. Con una meticolosità e un coraggio incredibile, organizzerà la sua fuga da casa e un piano per ritrovare e salvare il fratello da lei tanto amato.

Assaf, invece, vive in una famiglia unita che si vuole bene, ma anche lui ha le sue ferite: l’amico di sempre è cambiato, non ha più a cuore il rapporto con Assaf se non per chiedergli aiuto nelle sue tante avventure con le ragazze; la sorella Reli se n’è andata in America, lasciando a Gerusalemme un fidanzato che la ama tantissimo e che soffre per lei e per il quale Assaf si strugge di dispiacere.

Ognuno dei due si sente strano nel proprio mondo, quasi inadatto per un surplus di sensibilità e un deficit di stima in se stesso. Due ragazzi alla ricerca di un compimento, di qualcuno che li possa capire nel profondo e amare per la vita.

Tutto il cammino che li porterà a conoscersi parte da un fatto banale, ma decisivo, che lascio al lettore scoprire.

Narrazione travolgente, ritmo serratissimo, descrizione commossa dei personaggi e dei loro sentimenti: un libro sulla potenza dell’amore che nasce e che, irrefrenabilmente, porta il lettore a fare memoria delle origini del proprio amore per la persona scelta per la vita.

Chiara Soldi

 

 

 

 

 

 

 

 

QUALCUNO CON CUI CORRERE –  David Grossman (Mondadori, 2000, 364 pagine, traduzione di Alessandra Shomroni)

 

VOTO