Agosto 2019, vacanzina in montagna: davanti al banchetto libri, un’amica più grande di me mi suggerisce: “Prendi questo”. Sull’autrice nessun dubbio, la conosco dai suoi bellissimi editoriali, ma di lei non avevo mai visto un libro. Ci penso un attimo e poi lo compro: Figli dei figli. Finalmente ho trovato il tempo di leggerlo e posso dire che la mia amica aveva ragione, vale la pena. E’ un libro “agile”, una raccolta di pezzi molto brevi, quasi fotografie scritte della storia della famiglia dell’autrice. A…Continua a leggere “FIGLI DEI FIGLI – MARINA CORRADI”

Trevor Noah è un fuorilegge fin dalla nascita, anzi: a causa della sua nascita. Nel Sudafrica dell’apartheid, Trevor è figlio di una coppia mista (padre bianco con cittadinanza svizzera e madre nera di etnia Xhosa), condizione che può comportare la prigione per i suoi genitori e per lui un’infanzia e un’adolescenza da trascorrere in un istituto per colored, i meticci. Ecco quindi che Trevor è costretto a vivere i primi anni della sua vita nascosto agli occhi di tutti, quasi sempre tenuto in casa, impossibilitato…Continua a leggere “NATO FUORI LEGGE – TREVOR NOAH”

Da questo libro ha preso spunto la serie televisiva che tanto successo ha avuto sulla piattaforma Sky. Non aspettatevi però i colpi di scena e la storia romanzata della fiction. Preghiera per Černobyl’ è, infatti, una raccolta di testimonianze rilasciate alla giornalista premio Nobel Svetlana Aleksievič da chi visse la tragedia dell’esplosione del reattore nucleare. La moglie di uno dei primi vigili del fuoco inviati a domare l’incendio, i “liquidatori” inviati sul posto per bonificare i terreni radioattivi, i “volontari” che lavorarono per mettere in…Continua a leggere “PREGHIERA PER ČERNOBYL’ – SVETLANA ALEKSIEVIČ”

Un pugno di racconti, snelli e ricchissimi, compone questo volume di Marco Simi intitolato “La Ca’”, luogo reale nella Val Daone, in Trentino, attorno a cui ruotano protagonisti e immagini pregne di forza evocativa. Leggerli d’un fiato è stato ritrovare l’assoluta potenza delle cose vive, create, e perciò riconosciute come dono. E d’un tratto ritrovarsi lì dove Marco ci porta, davanti a un camino acceso, lungo un sentiero di montagna, le ramaglie ai lati intiepidite dal sole, la fanghiglia di torrente, il terriccio di sottobosco,…Continua a leggere “LA CA’ – MARCO SIMI”

Leggere il romanzo di Daniele Mencarelli è entrare prepotentemente e di colpo nella sua vita. Si presenta da subito per ciò che è, senza indorare la pillola: un alcolizzato, arrivato al vino dopo una serie di altre sostanze. Due cose, più di altre, sono i segni di questa dipendenza: la dimenticanza, che inghiotte tutti i suoi ricordi, e i tremori, che assalgono tutto il corpo, specialmente le mani. Spiegare le cause di questa sua condizione sarebbe spiegare tutto di lui e sinceramente mi risulta impossibile:…Continua a leggere “LA CASA DEGLI SGUARDI – DANIELE MENCARELLI”

Mi sono imbattuto casualmente in questo libretto di Flaubert, come sempre portato dalla tendenza a scoprire opere minori di autori celebri, convinto che siano delle chicche che essi lasciano ai postumi, nelle quali sono più liberi di scrivere come piace a loro e di quello che piace a loro. Mi pare questo anche il caso di “Un cuore semplice”, un racconto di sessanta pagine che appartiene alla raccolta “Tre racconti” (pubblicata in un unico volume nel 1877); in esso Flaubert narra la storia di Felicita,…Continua a leggere “G. FLAUBERT – UN CUORE SEMPLICE”

Ricordi della giovinezza e nomi come Giani, Bernardi, Bovolenta, Lucchina che mi gironzolano in testa. Uno sport e una squadra che mi emoziona una volta ogni 4 anni (come ironicamente anche il nostro protagonista del libro sottolinea), ma avendo 2 (ora 3) figlie che giocano a pallavolo ed essendo implicato in una società sportiva della provincia cremonese, ho cominciato ad apprezzare questo sport e non ho potuto non leggere il libro dell’uomo copertina per eccellenza della pallavolo moderna: Ivan, lo zar, Zaytsev. Sono appena cominciati…Continua a leggere “Mia: Come sono diventato lo Zar fra pallavolo e beach volley, amore e guerre – I. Zaytsev”

Vanni è un motociclista. O meglio, un freestyler motocross, un artista della moto, uno di quelli che prendono le rampe a velocità assurde, volano in aria, e in aria – non contenti – fanno acrobazie, si girano e si rigirano nel vuoto del cielo e, non si sa come, poi riatterrano con la moto tra le gambe. Vanni non è solo questo: è una fonte inesauribile di energia, uno che non si è mai voluto accontentare, che è passato dall’andare in mini cooper in Università…Continua a leggere “Il Grande Salto – V. Oddera”

I romanzi di Franzen sono strani, almeno per me. All’inizio non mi prendono mai. Sono complessi, intrecciano storie apparentemente senza collegamento. Sono lunghi, con pagine e pagine occupate da grandi riflessioni e descrizioni, più che di azione. Insomma, il rischio di lascarli lì è sempre dietro l’angolo. Eppure, li finisco sempre. E “Purity” rispetta questo canovaccio: iniziamo con la descrizione di una ragazza, Purity appunto (detta Pip), con una madre mezza matta e un lavoro più che precario, che sembra descrivere la classica neolaureata alle…Continua a leggere “Purity – J. Franzen”

Dell’11 settembre 2001 se n’è parlato a lungo, e tutti abbiamo in mente quel momento, e dov’eravamo a guardare in diretta i due aerei che si schiantavano sulle Torri Gemelle. Un momento terribile, che probabilmente ha generato effetti che non siamo ancora in grado di misurare. Un momento terribile soprattutto per chi l’ha vissuto, lì, a New York. Il protagonista di “L’uomo che cade” lavora nelle Torri Gemelle, ed è lì quando arriva il primo aereo. E riesce a uscire, tra la polvere e le…Continua a leggere “L’uomo che cade – D. De Lillo”

1 2 3 10